Spazio giuridico


La Confraternita Misericordia di Antignano è un Ente di Terzo Settore ai sensi Decreto legislativo, 03/07/2017 n° 117, G.U. 02/08/2017 Organizzazione di Volontariato ex legge 266/91 iscritta nel registro regionale delle Associazioni di Volontariato con atto n. 800 del 25/8/1994 in attesa dell’istituzione del registro unico del terzo settore. La Confraternita è anche Associazione di fedeli laici della Chiesa Cattolica secondo i canoni 298 e 321 del codice di diritto canonico. La confraternita è iscritta nel registro delle Associazioni di Protezione civile regionale aderente alla Confederazione Nazionale delle Misericordie. Iscritta nel registro delle Associazioni di protezione civile del Comune di Livorno.

Anno 2017
Ente Tipo (sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e comunque a vantaggi economici di qualunque genere) descrizione
D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117 Codice del Terzo settore, a norma dell'articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106 Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 2 agosto 2017, n. 179, S.O.
Art. 14. Bilancio sociale
Non obbligo di presentazione per ricavi, rendite, proventi o entrate comunque denominate non superiori ad 1 milione di euro
Art. 14 comma 2
Gli enti del Terzo settore con ricavi, rendite, proventi o entrate comunque denominate superiori a centomila euro annui devono in ogni caso pubblicare annualmente e tenere aggiornati nel proprio sito internet, o nel sito internet della rete associativa di cui all'articolo 41 cui aderiscono, gli eventuali emolumenti, compensi o corrispettivi a qualsiasi titolo attribuiti ai componenti degli organi di amministrazione e controllo, ai dirigenti nonché agli associati.

Trasparenza


Trasparenza ai sensi della legge LEGGE 4 agosto 2017, n. 124 Legge annuale per il mercato e la concorrenza (GU Serie Generale n.189 del 14-08-2017) estratto Comma 125

A decorrere dall'anno 2018, i soggetti di cui all'articolo 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349, e successive modificazioni, i soggetti di cui all'articolo 137 del codice di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, nonché le associazioni, le Onlus e le fondazioni che intrattengono rapporti economici con le pubbliche amministrazioni e con i soggetti di cui all'articolo 2-bis del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, nonché con società controllate di diritto o di fatto direttamente o indirettamente da pubbliche amministrazioni, ivi comprese quelle che emettono azioni quotate in mercati regolamentati e le società da loro partecipate, e con società in partecipazione pubblica, ivi comprese quelle che emettono azioni quotate in mercati regolamentati e le società da loro partecipate, pubblicano entro il 28 febbraio di ogni anno, nei propri siti o portali digitali, le informazioni relative a sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e comunque a vantaggi economici di qualunque genere ricevuti dalle medesime pubbliche amministrazioni e dai medesimi soggetti nell'anno precedente.


Documenti 2018